Storia

Storia UCT

L'Unione Carmelitana Teresiana (UCT) ebbe inizio nel 1947 per ispirazione del sacerdote carmelitano Padre Luigi dell'Immacolata (1911-1983), presso il "Santuario della Madonnina" a Capannori (Lucca).

La prima idea gli nacque in cuore nel constatare la necessità che ci fossero, accanto ai giovani aspiranti carmelitani di cui aveva cura, delle consacrate che li seguissero maternamente nel loro faticoso impegno alla risposta alla chiamata del Signore.

Come Maria accanto al Cristo, dovevano accompagnarli lungo tutto l'itinerario del loro cammino vocazionale e sostenerli nel futuro impegno apostolico.

Era necessario, inoltre, che vivessero profondamente l'ideale carmelitano e, con entusiasmo, cooperassero ad irradiarlo, con la vita, in un mondo sempre più inquieto ma anche bisognoso di assoluto.

"La consacrata dell' Unione Carmelitana Teresiana cerca costantemente il suo Dio per mezzo dell'orazione che la pone in un rapporto di intima amicizia con Lui e le permette di incontrarlo, da sola a solo, nella riscoperta continua del Suo amore che la spinge a donarsi ai fratelli.

"Allo scopo di non venir meno alla propria vocazione carmelitana, ella si impone l'impegno quotidiano di un'ora dedicata specificatamente all'intimità con Dio nell'orazione mentale che, pur non supplendo al costante atteggiamento orante, le garantisce il nutrimento minimo nel succedersi degli impegni di ogni giorno e dà contenuto alla sua testimonianza.

"Alle consacrate dell'Istituto è affidata la missione materna di tener viva nel mondo la dimensione contemplativa della vita e la dignità soprannaturale dell'esistenza umana".

"Se volete un termometro per misurare il valore delle vostre opere,

osservate quanto in voi bruci l'amore del Signore,

quanto la vostra anima abbia sete e fame di Lui,

quanto arda di vera e umile carità".

(Padre Luigi dell'Immacolata)